Their angelical understanding è una poesia interattiva. Evoca e spiega poco. E’ ricca di momenti emozionanti e frasi come questa:  “This is a place of shelter for all kinds of broken things.”. Oppure questa: “The sea took my daughter and there is nothing i can do to the sea.” 

E a un certo punto, in un passaggio psicanalatico, ci chiede di bruciare nel fuoco tre regrets, rimpianti, chiedendoci di scriverli con la tastiera.

Their angelical understanding non è una tradizionale avventura parser-based, ma non si può neppure definire un Gamebook a scelta multipla. Non può essere racchiusa in un genere. E’ scritta con Twine, uno dei sistemi più interessanti per la realizzazione di storie interattive, ed è per lo più una esperienza. Inizia in un monastero, prosegue in quello che sembra un villaggio sul mare e – nella partita che ho giocato – si conclude in un casinò. E la musica e gli effetti sonori rendono il tutto ancora più magico (non dimenticate le cuffie, insomma).

Sembra un percorso di vita: la pace, gli incontri, la rovina. E probabilmente non sono lontano dalla verità dal momento che – credo di avere capito – il protagonista è un ex alcolizzato che non può diventare un angelo (scusate la semplificazione).

Del resto, lo ammetto: non sono sicuro di avere capito che cosa è veramente Their angelical understanding, e forse non mi importa davvero saperlo. Ma una cosa è certa: è qualcosa che ha che fare con l’arte. Del resto, l’autrice, Porpentine, è una artista della parola (e dell’immagine). Date un’occhiata al suo sito, in cui Porpentine si definisce così: queer tranarchafeminist – trash harpy – guromother – little shit girl.

Porpentine esalta e valorizza le parole, lo fa con passione, e questo lavoro sulle parole è sublimato dal medium interactive-fiction, che si fonda (o dovrebbe fondarsi) appunto sulle parole. Porpentine illumina le parole-chiave che rimandano ad altri passaggi dei suoi giochi. Le illumina di significato, le evidenzia, le promuove, le boccia (usando le minuscole al posto delle maiuscole, come nel titolo). E a volte le rende mutevoli: e così una parola si trasforma in un’altra e cambia il corso della storia.

Their angelical understanding è suggestione, metafora, in una atmosfera che sembra cupa e buia, ma in fondo non lo è. Non aspettatevi enigmi né la classica, chiara struttura di un plot.

Their angelical understanding o si ama o si odia. A me è piaciuto.