… Continuando poi in Sherlock ho la sensazione che la regola dei Sessanta Secondi (quanto basterebbe per capire se una cosa andra’ a genio o no) potrebbe essere infranta: il gioco è piacevole, rilassante (finora).