Mi ha preso fin da subito, Make It Good, l'ultimo lavoro di Jon Ingold (il mio autore preferito della nuova generazione): un formidabile giallo interattivo. Ho scritto di getto la recensione che, fino a un certo punto, non contiene spoiler, poi ha spoiler solo sul disegno finale, ma non sugli enigmi in sé e per sé. 

Giochi così fanno ravvivano enormemente il mondo dell'Interactive Fiction. E ravvivano la passione.