Ieri ho riaperto uno dei miei giochi preferiti: Sherlock Melbourne House, e ho scovato questa intervista all'inafferabile autore, Philip Mitchell, che vi propongo.